Il Parsenn Derby di Davos è una tradizionale gara di discesa libera che si corre sulle nevi del Parsenn di Davos; disputata per la prima volta il 13 gennaio 1924 vede ogni anno diverse centinaia di atleti sfidarsi per tre giorni, ad elevate velocità, in una delle più famose e belle discese libere in Svizzera.

Tracciato di pura velocità, si parte sul muro del Weissfluhjoch e si raggiungono subito punte superiori a 120 km/h, per poi passare al lungo tratto di scorrimento che porta alla esse prima del sottopassagio che si percorre a ca. 100 km/h e che conduce all’ultima parte del tracciato caratterizzata dalle serie di curve e controcurve che caratterizzano il tratto prima del traguardo.

Quest’anno si è iniziato il giovedì 1 marzo 2018, un giorno prima rispetto agli anni passati, con le prove del tracciato, per poi passare al venerdì con la seconda giornata di prove e la gara a squadre e il sabato riservato alla gara individuale. Mi ha tenuto compagnia per tutti e tre i giorni Gianmario, con cui ho condiviso prove, gara e qualche bella sciata sulle piste del Parsenn.

Giovedì 1 marzo 2018
Appuntamento con Gianmario alla partenza degli impianti per il Parsenn a Davos; capiamo subito che non sarà una giornata facile, molto nuvoloso, nevica e tira vento forte. Le prove vengono rinviate di un paio d’ore sperando in un miglioramento; stiamo al bar fino alle 10:00 poi decidiamo di fare un giro lungo il tracciato. Saliamo al Weissfluhjoch e dopo aver fatto pochi metri sul muro iniziale ci troviamo in pieno whiteout; il bianco totale non permette più di capire la reale posizione in cui si è e il vento che fa scorrere la neve sulla pista confonde il fatto che si sia fermi o meno; le informazioni relative all’equilibrio provenienti dall’orecchio sono in contrasto con quelle che arrivano dalla vista, creando una totale situazione di disorientamento. Questo fin dopo il sottopassaggio. Decidiamo quindi di tornare al bar e aspettare che effettivamente il tempo migliori; nel frattempo le prove sono state annullate viste le condizioni proibitive.

Per fortuna il tempo in effetti migliora e così riusciamo comunque a fare qualche ottima sciata fino a Klosters; poca gente e condizioni delle piste perfette permettono a me e Gianmario di divertirci e fare un po’ di allenamento. Quindi rientriamo a Davos in attesa delle prove e della gara a squadre del giorno dopo.

Venerdì 2 marzo 2018
Il tempo al mattino è decisamente migliore rispetto al giorno precedente, ci prepariamo e ci presentiamo alla partenza per i giri di prova; riusciamo a farne solo due, le prove oggi terminano prima per far partire la gara a squadre e visto che nessuno ieri ha provato la coda in partenza è lunga. La pista è ben preparata ma l’abbondante neve fresca caduta i giorni scorsi fa si che il tracciato si segni un po’ soprattutto nella prima compressione dopo il muro iniziale e nelle ultime curve prima del traguardo. In ogni caso riusciamo a provare e prendere le misure delle linee del tracciato; velocità massima raggiunta 120 km/h

Siamo solo in due quindi non possiamo partire per la gara a squadre e così cerchiamo se c’è qualcuno che è nella nostra stessa condizione per aggregarci; alla fine non troviamo nessuno e dopo un giro rientriamo a Davos. Forse è meglio così, le condizioni di visibilità sono peggiorate e assistiamo a diverse brutte cadute durante la gara a squadre. Domani gara individuale.

Sabato 3 marzo 2018
Il tempo è finalmente bello, si sale al Parsenn, consueta tappa al bar, quindi raggiungiamo lo Weissfluhjoch per la partenza. La pista è ottima anche se leggermente più lenta rispetto al giorno prima; visibilità buona. In un attimo siamo al cancelletto, faccio la mia gara, si riesce a tenere la posizione per quasi tutto il tracciato, non ho grandi problemi salvo alla esse finale in cui perdo un po’ la linea e la velocità mettendomi troppo di traverso. In ogni caso mi diverto, la pista mi piace, l’obiettivo della giornata è raggiunto. Poco dopo arriva al traguardo anche Gianmario, controlliamo i risultati e poi torniamo in partenza a riprenderci le giacche, quindi scendiamo a Davos per rientrare.

È stato un bel fine settimana di prove e gare, un grazie a Gianmario per la compagnia! Prossima e ultima gara a Saas- Fee, per la finale della Super Drei, dal 15 al 17 marzo 2018!

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »