Il Foglio Ufficiale Svizzero n. 31/2007 del 17 aprile 2007 riporta il bando di concorso per l’assunzione di un nuovo direttore/trice della Divisione della formazione professionale.
Bene, cosa c’è di strano direte voi? Nulla, salvo che nei requisiti richiesti uno dei punti cita: “non fumatore”. Originale cosa, che pone il Cantone Ticino quale primo Paese al mondo nell’inserire una tale condizione quale requisito indispensabile per accedere ad una funzione pubblica.
Lasciando perdere ogni tipo di commento sul fatto del giusto o non giusto, premetto che sono non fumatore e non amante del fumo, una domanda mi sorge però spontanea: ma come si attesterà e si controllerà che il requisito sia rispettato? Basterà un’autocertificazione o ci sarà un qualche controllino a sorpresa per evitare che il Direttore non abbia barato e lo si scopra poi fumare una sigaretta al bar con gli amici o a passeggio sul lungolago??? E come scrive oggi Saverio Snider nel suo commento sul CdT, non sarebbe anche giusto aggiungere, tra i requisti fondamentali,
che ne so… per esempio astemio? 😉

Insomma la morale è: se volete un impiego in Svizzera, nella Pubblica Amministrazione Cantonale, smettere di fumare…

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »