Oggi lo dedicherò a visitare con calma l’isola di Mageroya.

Una buona colazione e pronti via per Bird Safari. Come lascio l’albergo ecco sulla strada qualche renna che sta girando tra le case. Prendo la strada che porta a Gjesvaer, un remoto paesino di pescatori: sono ca. 21 km in un paesaggio brullo e impervio.
Poi all’improvviso, dopo una curva, si presenta questo spettacolo… incredibile! Sono arrivato: c’è la barca che attende per partire verso le colonie di uccelli al largo, tra cui cormorani, aquile dalla coda bianca e le bellissime Pulcinella di mare e per finire anche le foche. Un bel giro!

Mi fermo a mangiare un panino sopra al paese e a godermi per mezz’ora questo spettacolo… Dopo di che ritorno a Capo Nord (il biglietto d’entrata vale 2 giorni) faccio qualche foto e quindi vado fino a Honningsvag a vedere questa chiesa, che costruita nel 1884 è stata l’unica costruzione del paese risparmiata dai bombardamenti nella seconda guerra mondiale.

Ritorno in albergo per la cena a base di pesce fresco; il tempo è cambiato, è arrivata la pioggia e un fortissimo vento che soffia sulle case e increspa il mare e i fiordi. Si è passati dai colori del pomeriggio al paesaggio cupo di adesso… ma anche questo crea una particolare atmosfera.

Domani lascio l’isola in direzione Tromso!

Da Capo Nord a Tromso
Da Rovaniemi a Capo Nord

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »