Microsoft ha pubblicato due ricerche, commissionate a Forrester e svolte tramite sondaggi on-line, sulle impressioni e vantaggi nell’utilizzo della nuova interfaccia di Office 2007: la prima relativa alle impressioni di 1004 utenti, la seconda basata sull’opinione di 749 responsabili IT delle ditte coinvolte nel sondaggio.

La ricerca, che mi pare in realtà piuttosto banale nelle modalità di svolgimento e nella stesura, arriva chiaramente a conclusioni più che positive: l’iniziale “trauma” iniziale viene superato nel giro di alcune settimane di utilizzo, dopo le quali non solo l’interfaccia risulta più semplice della precedente ma porta anche ad un aumento della produttività.

Inoltre viene messo in evidenza come la maggior parte degli intervistati ammetta di non aver avuto bisogno di formazione oppure di averne bisogno ma per non più di 8 ore per prendere dimestichezza con la nuova interfaccia; e guarda caso la formazione preferita è quella on-line di Microsoft.

Insomma il messaggio è: state tranquilli che passando a Office 2007 si aumenta la produttività, non si deve perdere tempo per la formazione, al limite si utilizzano gli strumenti on-line di Microsoft e alla fine il passaggio è totalmente indolore e veloce.

Ora, tralasciando, come ho detto all’inizio, che le 18 paginette delle due inchieste mi paiono un banale compitino rivolto più a tranquillizzare chi deve migrare al nuovo Office 2007 che non qualcosa di veramente professionale, allo stesso livello dei 10 miti da sfatare presenti già da tempo sul sito Microsoft, le conclusioni a cui arriva Forrester nella sua indagine sono leggermente in contro tendenza rispetto alle situazioni che mi si presentano giornalmente, nella realtà.

Prima di tutto sono veramente pochi gli utenti che utilizzano di propria volontà gli strumenti on-line di Microsoft per la formazione, sia perchè non ne conoscono l’esistenza, sia perchè non hanno il tempo materiale in ambiente lavorativo; altro fattore è che nonostante ciò che viene esibito nel sondaggio, gli utenti delle aziende con cui ho contatti e che sono passati ad Office 2007 hanno avuto notevoli difficoltà di adattamento, non certo limitati alle prime settimane di utilizzo, difficoltà che non hanno risolto con gli strumenti di formazione on-line Microsoft, e tanto meno da soli, e che portano a richiedere aiuto per organizzare sessioni di formazione in aula o sul posto, per risolvere i problemi evidenziati nell’uso quotidiano.

Insomma forse Microsoft sta giustamente (dal suo punto di vista) cercando di tranquillizzare gli utenti e i responsabili che dovranno passare alla nuova interfaccia della suite Office, però potrebbe almeno farlo in modo più convincente!

Tags: , ,

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »