Stefano Quintarelli, sempre attento e sulla notizia, segnala l’ultima offerta commerciale Vodafone: accesso sul cellulare con tariffa flat ad alcuni podcast scelti da loro.

La notizia è grave a causa di quel “scelti da loro” che discrimina l’accesso dei fornitori di podcast al potenziale pubblico dei telefonini: chi si accorda con Vodafone viene distribuito gratis, gli altri continueranno a costare uno sproposito.

Si tratta di una pericolosa manovra contro la neutralità della rete. Se fosse questa la logica di internet, niente la distinguerebbe dal solito pappone televisivo.

Mi sento di prevedere, e anzi spero ardentemente, che questi “servizi a valore aggiunto” tanto apprezzati dai provider, lo saranno molto meno dagli utenti. Analogamente, gli abbonati alle varie webtv di Telecom Fastweb etc. sono pochissimi rispetto ai possessori di una connessione veloce.

Personalmente, non sottoscriverei mai una simile porcata: prima di tutto perché i criteri di scelta della Vodafone non sono e non potranno mai essere i miei criteri di scelta.

E il bello di internet è proprio che ognuno di noi può scegliere: si tratta di un privilegio al quale non intendo rinunciare

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »