Questo fine settimana si preannuncia interessante e ricco di emozioni; venerdì sarò a Mürren per la seconda gara della combinata della Super-Vier, l’Inferno di Mürren.
Il nome non è stato assegnato a caso infatti questa discesa libera abbina alla tecnica la resistenza fisica, visto che lungo i ca. 15 km del tracciato si incontrano tratti ad alta velocità o quelli molto tecnici e impegnativi dalle pendenze mozzafiato e come non bastasse anche un lungo pezzo in salita a metà gara che mette a dura prova fiato e gambe.
D’altronde per percorrere l’intero tracciato un bravo sciatore impiegherebbe ca. 45 minuti mentre in gara il tempo del vincitore è di ca. 14 minuti!
Poche manifestazioni vantano numeri come l’Inferno: la prima edizione si è disputata nel 1928, partenza allo Schilthorn Piz Gloria a 2790 mt. arrivo a Lauterbrunner a 800 mt. per un dislivello di 1990 mt. e una lunghezza di 14.9 km.
3’600 le richieste di iscrizione e 1’800 gli atleti alla partenza ogni anno, provenienti da ogni parte del mondo; arrivare al traguardo è più una sfida con se stessi che con il cronometro!
Sabato saremo alla partenza, vi racconterò com’è andata!

Appena tagliato il traguardo dell’Inferno di Mürren avrò giusto il tempo di tirare il fiato per poi partire alla volta di Bled in Slovenia dove parteciperò ai WWMG ossia le prime Olimpiadi ufficiali dei Master.
Cerimonia d’apertura con la tradizionale sfilata degli atleti a Bled il 25 gennaio alle ore 19:00 e gara di slalom gigante il 26 gennaio a Kranjska Gora a partire dalle 9:00
Mi attende l’atmosfera Olimpica, saranno sicuramente giorni emozionanti, stay tuned!

Inferno Mürren 2010 - Il giorno prima della gara
Belalp Hexe 2010 - La gara

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »