Sabato scorso ho partecipato al Rosa Challenge di Alagna, gara di discesa libera con partenza al Passo dei Salati e arrivo ad Alagna.

Premetto che la gara è organizzata dagli amici dello Sci Club Varallo il cui impegno nell’arco dell’anno per assicurare una manifestazione ad alto livello non viene messo in dubbio da nessuno. Purtroppo però tutto ciò rischia di essere rovinato per come è stata gestita la classifica finale che nonostante sia stata affidata alla Federazione Italiana Cronometristi, che dovrebbe certificare in modo insindacabile i risultati, è parsa invece un qualcosa da gara del dopolavoro che non qualcosa di serio e ufficiale. Il problema sembra essere stato causato dal fatto che la gara piuttosto lunga vedeva in pista più persone che potevano anche superarsi (io personalmente ho superato 5/6 persone lungo il tragitto) e quindi arrivare al traguardo in ordine sparso e visto che il tempo veniva registrato non con un trasponder come solitamente avviene in questi casi, ma tramite fotocellula al traguardo, era indispensabile identificare chi stava per tagliare l’arrivo per poter registrare correttamente il tempo impiegato. E propio questo è stato il problema ossia la difficoltà di leggere il numero di pettorale esatto di chi stava arrivando con il rischio quindi di non assegnare il tempo o assegnarlo ad un’altra persona. Le classifiche sono arrivate in effetti con ritardo e non sono state esposte subito; quelle che sono state pubblicare sul sito presentano i classificati con il tempo e i non classificati senza tempo, senza però specificare perchè non hanno il tempo, ossia se sono stati squalificati o meno, se proprio non sono partiti, se non sono arrivati. Insomma classifica totalmente poco chiara! Neppure alla gara sociale dello sciclub vengono pubblicate classifiche così. Io non ho il tempo e non so per quale motivo. Gli stessi conometristi con cui ho parlato hanno ammesso che vi sono stati problemi non indifferenti, alcuni atleti si sono lamentati perchè sembrerebbe che il tempo a loro assegnato non sia corretto ma sia quello di qualcun altro, insomma una totale confusione.

Anche per l’interpretazione del regolamento sembra esserci stata poca chiarezza: al punto 3 si legge che se ci si presenta in ritardo alla partenza il tempo finale sarà calcolato sommando a quanto impiegato anche il tempo del ritardo, cosa però che non è avvenuta nei confronti di chi è arrivato alla partenza in ritardo. Insomma classifiche sbagliate, regolamento non rispettato, forse si poteva fare leggermente meglio! Ora si attende una presa di posizione ufficiale con delle spiegazioni, che comunque visto come è stata gestita la classifica e la gara, saranno poco credibili.

A quanto pare le nuvole non erano solamente sul tracciato 😉

Aggiornamento: se vuoi leggere come si organizza e gestisce davvero una gara leggi qua!

Alagna - 29.01.2010

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »