Come ormai tutti sanno secondo il calendario Maya il 21 dicembre 2012 coincide con la fine del mondo, suggellata da eventi catastrofici degni del miglior film di fantascienza, quali tempeste magnetiche, tsunami, inversione dei poli, eruzioni vulcaniche e così via!

A me queste cose fanno sorridere se non proprio ridere; le uniche predizioni geologiche che sono plausibili è che anche il prossimo anno si verificheranno gli stessi eventi che da sempre sono alla base della naturale evoluzione e dinamica del nostro pianeta, con eventuali e inevitabili picchi. Ne parla Chris Rowan in un post che mi trova perfettamente d’accordo!

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »