Dopo due giorni trascorsi a Capo Nord sull’isola di Magerøya è giunta l’ora di partire; la classica abbondante colazione in cui non può non esserci salmone (buonissimo) e formaggio norvegese marrone (che assolutamente ti consiglio di assaggiare) ed eccoci in macchina, direzione Tromsø.

Prima di lasciare Honningsvåg facciamo il pieno di benzina e ci fermiamo al Rema 1000, il supermercato che si trova all’entrata del paese; vogliamo fare scorta si snack di renna in bastoncini o a pezzi: te li consiglio vivamente, buonissimi!!!

Ripercorriamo quindi la E69 fino a Olderfjord da dove prendiamo la E6 in direzione Alta; questo tratto di strada sale e si snoda su altopiani regalando grandi panorami fin quasi ad Alta da dove si inizia a costeggiare la costa norvegese e i relativi fiordi; il traffico quasi inesistente fa si che comunque i chilometri scorrano senza intoppi anche se in ogni caso bisogna armarsi di pazienza e godersi il panorama. Se gli orari del traghetto coincidono ad Olderdalen si può tagliare il fiordo; noi continuiamo lungo la E6 fino ad Nordkjosbotn dove facciamo una pausa per fare rifornimento e poi prendiamo la E8 per percorrere gli ultimi 70 chilometri che ci mancano per raggiungere Tromsø. Su questo tratto sono molti i controlli radar per la velocità, sia fissi che mobili (cosa che avevamo già notato anche in altri tratti sia in Finlandia e Norvegia), per questo conviene sempre rispettare i limiti! 😉

Arrivati a Tromsø siamo curiosi di vedere come sarà la camera d’albergo che abbiamo prenotato; in questo fine settimana si terrà la Midnight Sun Marathon e a febbraio quando abbiamo deciso di prenotare, molti alberghi erano pieni e i prezzi dei rimanenti alle stelle. Decidiamo quindi di provare lo Smart Hotel Tromsø che avrebbe aperto alla fine di aprile ma che accettava già le prenotazioni. Da come si intuisce le camere d’albergo sono molto piccole ma altrettanto limitato è il prezzo, molto al di sotto della media degli altri Hotel in zona. In effetti l’impatto con la camera smart è stato meno traumatico di quanto pensavamo: lo spazio è in effetti ridotto al minimo, entrando c’è un piccolo corridoio, in fondo c’è il letto appoggiato sui tre lati alle pareti, il bagno è piccolo ma vivibile, non vi sono armadi per riporre le cose ma solo appendiabiti alle pareti e un tavolo con una sedia. La struttura è nuova quindi in perfette condizioni e anche la camera era molto pulita. Direi che se non si ha la necessità di avere una camera tradizionale e si vuole decisamente risparmiare mi sento di consigliartelo.

Andiamo quindi in centro per la cena; Tromsø è una città molto viva e molto frequentata per via dei tanti locali e pub ed essendo venerdì oltre ai turisti sono molti i giovani che prendono d’assalto il centro. Non dimenticare che anche Tromsø è piuttosto cara quindi se vorrai mangiare un piatto di renna, di balena o di merluzzo non spaventarti del conto finale 😉 Ritornati nella smart camera ci addormentiamo con l’immancabile sole di mezzanotte!

Sabato per prima cosa andiamo a ritirare il pacco gara per l’Adidas Mila, la 10 km che fa parte delle gare della Midnight Sun Marathon, che partirà dal centro di Tromsø alle 19:00. Il tempo non è bellissimo, nuvoloso con a tratti un po’ di pioggia; ritiro il mio numero, acquisto la maglietta della maratona, qualche foto e siamo pronti per visitare Tromsø e dintorni. Sono molte le attrazioni che offre la città e in un attimo ecco arrivare le 18:00, bisogna prepararsi e andare alla partenza. Piove e non fa caldissimo, decido di mettere una maglietta con maniche lunghe per non avere freddo; l’atmosfera che si respira alla partenza è molto coinvolgente, come una grande festa. Probabilmente la manifestazione è molto sentita anche a livello locale, anche per il significato che il sole di mezzanotte ha per la popolazione di queste zone. Vicino alla partenza è stato allestito un palco e tre signorine guidano chi attende la partenza ad un riscaldamento con esercizi a suon di musica. I minuti passano veloci ed ecco che alle 19:00 in punto scatta il via; mi sono messo verso il fondo, ma forse troppo, visto che all’inizio devo superare molte persone che vanno più lentamente. Dopo il primo km raggiungo quelli che tengono circa la mia velocità e così mi accodo; vado più forte di quanto pensavo, il percorso, appena usciti dalla città, costeggia il mare e sono parecchie le persone che incitano chi sta correndo. Nel frattempo smette di piovere e la scelta di mettere una maglietta a maniche lunghe si rivela subito sbagliata, più che altro perché il caldo si fa sentire non poco! La mia gioia per il ritmo del primo tratto viene immediatamente ridimensionata quando al secondo chilometro la strada incomincia a scendere e risalire costantemente; la velocità cala ma cerco di tenere il ritmo di quelli davanti a me e si arriva insieme all’ottavo chilometro, ci siamo quasi! Una breve salita per rientrare in città si supera il Polaria e si incomincia a intravedere il tratto finale che porta al traguardo; ci sono molte persone ai bordi della strada che incitano tutti i partecipanti, ecco il traguardo in lontananza, aumento il ritmo e così fanno quelli al mio fianco, si cercano le ultime forze e si taglia il traguardo! 55:02 il tempo finale, visto che il mio allenamento è stato di solo un mese partendo praticamente da zero direi che va bene così!

Una doccia in albergo e poi a cenare in città godendosi la splendida serata e il sole di mezzanotte che nel frattempo è spuntato tra le nuvole. Non possiamo non dare un’occhiata ai maratoneti della 42 km che nel frattempo sono partiti e arriveranno proprio a mezzanotte, con il sole!

Si torna in hotel e si preparano le valigie per domani, prossima tappa: Lofoten!

Tromsø - Lofoten 23/24 giugno 2013
Saariselkä - Capo Nord 19/20 giugno 2013

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »