La Sampo è una rompighiaccio ancorata per tutto l’anno nel porto di Kemi, all’estremità superiore del golfo di Botnia in Finlandia. Non potendo più essere utilizzata come rompighiaccio in quanto non possedeva più i requisiti per le moderne navi commerciali, è stata acquistata dal comune di Kemi che l’ha ricondizionata adibendola ad attrazione turistica. Nei mesi invernali è quindi possibile navigare nel mare ghiacciato, camminarci sopra e farci un bagno grazie alle mute di sopravvivenza fornite.

Prima di tutto si deve dire che il costo del biglietto può sembrare a prima vista caro (quest’anno 270 euro a persona se ci si reca al porto con i propri mezzi) ma in realtà l’esperienza provata li vale tutti!

Si viene accolti a bordo dai gentilissimi e disponibilissimi responsabili (c’è anche Raffaello, simpaticissimo ragazzo italiano che fa da guida a chi parla appunto italiano), quindi dopo una breve presentazione della nave e alcune informazioni generali relative alla giornata si parte con un giro completo della rompighiaccio, dalla plancia di comando alla sala macchine. La rompighiaccio si ferma in mezzo al mare ghiacciato per fare salire a bordo alcuni turisti partiti da Kemi in motoslitta che poi scenderanno nello stesso punto al ritorno.

La navigazione continua quindi lungo il canale di ghiaccio frantumato per poi abbandonarlo ed entrare in quello intatto; ci si ritrova a navigare in mezzo al bianco a perdita d’occhio, ai lati della nave si sentono e vedono i blocchi di ghiaccio rompersi e sul retro si lascia un canale aperto. Lo spessore del ghiaccio quando siamo stati noi era di ca. 60 cm e si estendeva nel golfo per circa 400 km.

In attesa che la Sampo si fermi viene servito il pranzo a bordo con il menù scelto al momento dell’iscrizione; quindi si è pronti a scendere! La nave è come incastrata nel ghiaccio, immobile, si cammina al suo fianco fino a toccarne i fianchi: spettacolare!

I minuti passano veloci ed è ora di prepararsi per il bagno: è stata creata una specie di piscina nella quale è possibile immergersi. Vengono fornite le mute stagne di sopravvivenza, grazie alle quali non si sente freddo: basta sedersi sul bordo del ghiaccio e lasciarsi scivolare in acqua di schiena: la sensazione è come di stare su un materassino, si galleggia perfettamente e proprio per questo è adatto anche a chi non è capace a nuotare. Per uscire bisogna farsi aiutare, quindi si ritorna sulla nave con passo goffo.

Risaliti tutti a bordo riprende la navigazione per raggiungere il porto da cui siamo partiti: immancabile il diploma finale quando si lascia la Sampo!

Commento dopo la giornata: esperienza assolutamente fantastica!

Parsenn Derby Davos 2014
13 febbraio 2014 - Santa Claus Village - Artic Circle Rovaniemi

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »