Ci siamo imbattuti nella spiaggia di Tuerredda, a sud-ovest della Sardegna, spostandoci da Cagliari verso Buggerru lungo la litoranea SP71 il 13 marzo scorso per partecipare alla tradizionale sagra del riccio. Una strada suggestiva caratterizzata da un susseguirsi di curve che offrono una serie di panorami che lasciano a bocca aperta, uno più bello dell’altro; ed è proprio dietro ad una di queste curve, in territorio Teulada, che ci appare la spiaggia di Tuerredda con il suo contrasto tra il bianco della sabbia e l’intenso azzurro e verde dell’acqua rigorosamente trasparente.

Ci fermiamo e scendiamo sulla spiaggia, in questo periodo deserta; ci godiamo lo spettacolo e riprendiamo dall’alto la spiaggia con il drone. Solo in seguito leggendo questo post di Sardegna in Blog vengo a conoscenza che la bellezza di questa zona è stata salvata dalla speculazione edilizia grazie alla tenacia del pastore Ovidio di 85 anni che ha preferito rifiutare ricchi indennizzi e lottare perché il cemento non rovinasse per sempre la bellezza delle sue terre e di questa zona. Qui trovi la storia completa con i dettagli.

Un applauso al pastore Ovidio!

Spiaggia di Tuerredda, Sardegna - 13.03.2016

Spiaggia di Tuerredda, Sardegna - 13.03.2016

Evidenziare automaticamente le celle modificate in Excel
Parsenn Derby 2016

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »