Hai un drone e vuoi portarlo con te nel tuo prossimo viaggio all’estero? Sei al corrente di dove sia possibile farlo volare e come? Ti sei sufficientemente informato sulle leggi in vigore nelle zone in cui farai volare il tuo drone?

Le foto e i filmati dall’alto stanno avendo un successo inarrestabile e sempre più persone decidono di partire con al seguito il proprio drone ed utilizzarlo per riprendere i luoghi visitati da un punto di vista nuovo e spettacolare. Il problema è che al pari dell’esplosione dell’utilizzo dei droni nei differenti paesi del mondo si sono moltiplicate le leggi che ne regolamentano o vietano l’utilizzo. Lo scopo principale è di evitare in primo luogo incidenti e danni a cose e persone dovuti a imperizia di chi pilota o a inconvenienti tecnici. Non essere a conoscenze di queste leggi può far incorrere in multe salate o addirittura portare all’arresto. Per questo motivo è bene documentarsi e utilizzare il proprio drone di conseguenza, non dimenticando le norme del buon senso.

Prima di tutto bisogna fare distinzione tra utilizzo commerciale e utilizzo personale o per hobby; per quanto riguarda l’utilizzo commerciale le leggi sono ancora più restrittive e richiedono spesso esami e patenti di abilitazione, campo che non prenderò in esame qui. Prenderò invece in esame il secondo caso, ovvero quello che tocca tutti coloro che vogliono scattare qualche foto o fare qualche video durante le vacanze o i viaggi.

Negli ultimi anni le differenti nazioni hanno legiferato, per quanto riguarda i droni ad uso personale e per hobby, a più riprese e in modo differente da nazione a nazione, rendendo a volte difficile la comprensione su dove sia possibile volare e con quali norme. Vi sono però a grandi linee delle regole che bisogna tenere presente in generale in qualsiasi paese.

Nella gran parte delle nazioni di norma è vietato:

  • far volare i droni sopra assembramenti di persone, sopra a strade o case
  • far volare i droni in prossimità di aeroporti o installazioni militari o aree sensibili (minimo 5 km, a seconda del paese)
  • far volare i droni a una quota e ad una distanza superiore al limite stabilito dal paese (da 50 a 200 m a seconda del paese)
  • far volare i droni non a vista
  • non rispettare la privacy durante le riprese aeree

Queste potremmo considerarle regole generali (anche legate al buon senso) alle quali poi bisogna aggiungere le normative o i divieti specifici della nazione o della città o zona in cui si è; infatti oltre alle leggi vigenti in un paese ci possono essere ulteriori restrizioni regionali o locali.

Nell’elenco seguente trovi il link alle informazioni specifiche relative ad alcune Nazioni

Finlandia

Francia

Germania

Inghilterra

Norvegia

Stati Uniti

Svizzera

Per reperire informazioni attendibili e aggiornate è necessario consultare i siti ufficiali dei paesi che si intende visitare che riportano le leggi relative ai droni emanate in quello stato; è anche buona norma controllare che in una particolare zona turistica non vi siano restrizioni locali. Per aiutarti in questa ricerca, di seguito ti lascio qualche link che riporta siti e informazioni al riguardo:

Drone Laws: riporta un elenco aggiornato e completo, nazione per nazione, delle risorse ufficiali consultabili relative alle normative sui droni

Global Drone Regulations Database: un database mondiale con normative e link ufficiali

Tomstechtime Drone Laws: Una lista parziale aggiornata di leggi e regolamenti nel mondo

Heliguy’s Guide: alcune informazioni sulle regole nel mondo dal blog di Heliguy

Unmanned Aircraft Systems: la pagina ufficiale della FAA negli Stati Uniti dedicata ai droni

Brooklyn Drones NYC’s Fly Safe page: informazioni relative agli Sati Uniti e a New York

AIRMAP: app per IOS o consultabile via web, permette di avere a disposizione informazioni, restrizioni e divieti sulle zone in cui si vuole volare, possibilità di condividere il proprio volo o vedere se qualcun altro sta volando, ecc.

Drone Laws By Country: elenco di nazioni nel mondo e relative leggi per quanto riguarda l’uso dei droni a cura di UAV Systems International

Riot Media: una raccolta non ufficiale di norme nei principali paesi; non aggiornata quindi non attendibile al 100%, può essere utile solo per eventuali link presenti nella pagina stessa o nei commenti

Ovviamente non dimenticare una assicurazione specifica per aeromodelli e il buon senso!

Buoni voli!

 

 

 

Il nuovo Yuneec Typhoon H #yuneecaviation #yuneec4k #typhoonh #yuneectyphoonh

 

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data:

 

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »