Inizia oggi il nostro viaggio che per 15 giorni ci porterà a visitare una parte degli Stati Uniti e più precisamente Las Vegas, Yellowstone, Death Valley e la costa della California da San Francisco a Los Angeles.

Andata e ritorno con British Airways sulla tratta Milano – Londra e quindi Londra – Las Vegas. Alcuni appunti sparsi del primo giorno:

Volo
Avevamo volato già un’altra volta sulla stessa tratta con British e c’eravamo trovati bene, buono il servizio generale, non solo durante il volo ma anche per quanto riguarda l’assistenza. Dopo aver effettuato la prenotazione on-line ho dovuto contattare il servizio clienti e si sono dimostrati veramente gentili e disponibili nel risolvere il mio problema. Sul volo da Las Vegas a Londra abbiamo prenotato in anticipo i posti in coda, sul 747-400 le ultime 3 file sono da due posti, molto comode soprattutto la terzultima e penultima perché non solo se si viaggia in coppia si è soli ma anche perché tra la poltrona lato finestrino e il finestrino c’è parecchio spazio, il che consente di tenere il bagaglio a mano a fianco senza doverlo mettere sotto il sedile.

Imbarchi
Una cosa a dir poco curiosa è che ancora una volta mi sono chiesto all’imbarco di Milano come mai gli Italiani non riescono a capire come ci si mette in coda per l’imbarco e che le corsie riservate (tipo Fast Track) sono per chi si imbarca prima degli altri e non da prendere d’assalto appena apre il Gate. Ovviamente all’imbarco a Londra per Las Vegas con il triplo di passeggeri c’era una coda ordinata e regolare; magari un giorno si riuscirà anche in Italia ma per ora sembra un’utopia!

Controlli di sicurezza
Oltre alle nostre due valigie ho portato (ovviamente) anche il drone in una sua apposita valigia che ho imbarcato mentre le batterie le ho tenute con me come bagaglio a mano come richiesto. Le batterie sono state controllate sia a Milano che a Londra (in realtà me le hanno sempre controllate anche in passato) ma la cosa curiosa è che quest’anno nessuno si è meravigliato sia del drone imbarcato sia delle batterie nel bagaglio a mano. Anzi ai controlli di sicurezza di Milano mentre facevo vedere le batterie mi hanno detto che c’è stato un incremento notevole di passeggeri che viaggiano con il drone al seguito!

Attese in aeroporto e Lounge
Dovendo aspettare 4 ore a Londra Heathrow il volo per Las Vegas decidiamo di provare le Lounge al Terminal 3 per evitare il caos delle zone comuni; ho una tessera Priority Pass che comprende le entrate gratuite alle loro Lounge. Era la prima volta che la provavo e sono rimasto veramente stupito del servizio. Noi siamo andati alla N. 1 Lounge del Terminal 3; ambiente molto bello e curato, wifi gratuito, cibo a buffet o dalla cucina e bevande gratis, settori dove poter lavorare e ricaricare i device, Spa a disposizione a pagamento, molta tranquillità in generale oltre alle zone più appartate se si vuole stare immersi nel silenzio. Ottima struttura, te la consiglio!

Dogana USA
Solita procedura per l’entrata negli Stati Uniti che abbiamo fatto appena arrivati a Las Vegas; questa volta però dopo aver fatto più di mezz’ora in coda a noi è capitata una signora che on brillava per simpatia (era forse stata appena morsa da una serpe???). Ci ha fatto mille domande con tono supponente e arrogante, non ha voluto che stessi insieme a Monica che non conosce l’inglese e a me ha fatto fare un’altro controllo con le stesse domande prima di rilasciare il timbro d’entrata. Per finire ha voluto un altro controllo anche per i bagagli. Chiaramente al controllo bagagli mi hanno chiesto se avevo nella valigia un robot e alla mia risposta che era un drone hanno voluto sapere se era per lavoro o che altro. Alla fine essendo tutto ok eccoci alle 21:30 varcare la porta d’uscita dall’aeroporto di Las Vegas e al passaggio dell’aria gelida dell’aeroporto ai 32 gradi dell’esterno.

La vacanza è iniziata, domani visita al Valley of Fire State Park e alla ricerca degli alieni sulla Extraterrestrial Highway!

Las Vegas Strip #lasvegas #usa🇺🇸 #striplasvegas

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data:

Hard Rock Café Las Vegas #hardrockcafe #usa🇺🇸 #lasvegas

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data:

Harley Davidson Café #lasvegas #usa🇺🇸

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data:

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »