Se devi recarti negli Stati Uniti e vuoi utilizzare il tuo drone a scopo amatoriale per riprese video o fotografiche, non per fini commerciali, devi tener presente le attuali normative per quel che riguarda l’utilizzo dei droni per hobby negli USA, ovvero:

Negli Stati Uniti l’utilizzo l’utilizzo di un drone per puri scopi amatoriali o per hobby è regolamentato dalla Section 336, che prevedere:

  • Registrazione obbligatoria del proprio drone presso il sito apposito della FAA; la registrazione ha un costo di 5$ pagabili tramite carta di credito e una validità di 3 anni. Dopo essersi registrati bisognerà apporre il codice rilasciato in una posizione ben visibile del proprio drone
  • Altezza massima di volo 400 piedi (121 m)
  • Si deve avere sempre un contatto visivo con il drone
  • Mantenere almeno 5 miglia (8 km) di distanza dagli aeroporti
  • Vietato volare sopra a persone, case, città o paesi, edifici federali o regionali, ospedali, installazioni militari, stadi
  • Vietato volare durante operazioni di soccorso, quali incendi, incidenti, ecc.
  • Rispettare la privacy
  • Non volare di notte
  • In tutti i Parchi Nazionali degli Stati Uniti è severamente vietato l’utilizzo di droni
  • Non si può volare in presenza e vicinanza di aerei o elicotteri o altri aeromobili
  • Comuni o località possono emettere divieti locali per droni; ad esempio in zone turistiche o su spiagge

Visto che sono parecchie le zone, negli Stati Uniti, dove è vietato far volare un drone a scopo amatoriale è consigliato scaricare l’app AIRMAP disponibile sia per iOS che per Android che fornisce i dettagli sulle restrizioni o divieti, anche perché sia i controlli che le relative sanzioni sono piuttosto severi.

Buoni voli!

Fonte Ufficiale: FAA – Federal Aviation Administration

Informazioni aggiornate al: 04.08.2018

Far volare un drone in Finlandia: leggi e regolamenti
Far volare un drone in Germania: leggi e regolamenti

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »