Aggiornamento del 21.06.2021

Posticipata l’entrata in vigore del regolamento Europeo EASA in Svizzera

  • La Svizzera non ha ancora recepito il regolamento UE in materia di droni.
  • Il Consiglio federale è attualmente in contatto con l’UE in merito all’attuazione della mozione 20.3916 che lo incarica di «recepire il regolamento di esecuzione (UE) 2019/947 in modo che l’aeromodellismo tradizionale ne sia escluso e continui a sottostare al diritto nazionale».
  • Non può essere ancora comunicato un calendario preciso delle prossime tappe
  • Fino a nuove disposizioni, in Svizzera rimane vigente il diritto nazionale. Il sito Internet relativo alla regolamentazione UE in materia di droni rimane attivo a scopo informativo.
  • La situazione riguardante le formalità di registrazione, la formazione e gli esami per telepiloti svizzeri è spiegata nelle FAQ (capitolo IX Mozione 20.3916 e regolamento EU in Svizzera)

Questo significa che le regole per pilotare droni in Svizzera restano invariate, le ho riassunte qui, mentre uno Svizzero che si reca in un paese Europeo non può far volare il proprio drone (a meno che si tratti di un drone di peso inferiore a 250 gr. senza videocamera) se non si registra come operatore e consegue almeno il patentino A1/A3 per la Open Category.

Resta il fatto che la registrazione come operatore andrebbe fatta nel sito preposto dallo stato in cui si risiede e la Svizzera non solo attualmente non ne ha uno ma fino a quando non aderirà al nuovo regolamento EASA non verrà riconosciuta.

Quindi si deve ricorrere ad iscriversi ad un portale di un altro stato, ad esempio D-Flight in Italia.

Per quanto riguarda la normativa EASA Europea per i droni e cosa fare per per essere in regola, ne ho parlato nei dettagli qui.

Se invece vuoi seguire uno dei migliori corsi online per la certificazione A1/A3 e ottenere l’attestato gratuitamente, qui spiego come fare.

 

 

Modern Authentication e richiesta password Outlook o Skype for Business
Lugano Arte e Cultura: gioca con LAC orchestra
Translate »