Ad aprile ho acquistato un VDO Dayton PN 6000, che abbina in un unico oggetto un navigatore GPS, un ricevitore per la televisione digitale, un lettore musicale di MP3 e un visualizzatore di immagini; il tutto in uno schermo LCD da 5.6 pollici, risoluzione 480 x 234 pixel 16:9 touchscreen e un peso di 425 grammi.
E’ dotato di sistema operativo Windows CE, processore 372 MHz, 64 MB Flash ROM, 128 MB DDR-SD RAM e utilizza mappe Navteq su SD (max 2GB).

La batteria è agli ioni di litio di 4000 mAh che assicura una autonomia di circa 6 ore di navigazione e circa 3 ore di utilizzo della televisione digitale terrestre DVB-T.

Chiaramente rispetto agli standard dei normali navigatori in commercio non passa inosservato per dimensioni (152 mm x 97 mm x 25 mm) e peso; d’altronde con uno schermo di 5.6″ non potrebbe essere altrimenti, ma è proprio lo schermo uno dei punti di forza, sia dal punto di vista della navigazione che per quanto riguarda l’aspetto televisione.

Le funzionalità del navigatore sono quelle più comuni presenti su tutti i dispositivi in commercio, ossia mappe 3D, istruzioni vocali, possibilità di scelta del tipo di percorso, TMC (come opzione), zoom automatici delle mappe, segnalazione dei limiti di velocità, avvisi delle postazioni della rilevazione della velocità o ai semafori, rubrica, funzionalità “indicazione di corsia” ecc.

Per quanto riguarda la parte televisione, la ricezione dei canali digitali, relativi chiaramente alla zona e lo stato in cui ci si trova, è decisamente buona, a patto di utilizzare le due antenne esterne in dotazione, che andranno collegate all’apparecchio. A dire la verità anche con una sola antenna si riesce già a captare il segnale, ma questo dipende molto dalla zona. E’ disponibile anche la funzionalità teletext e la memorizzazione dei canali preferiti.
Chiaramente la televisione si disattiva automaticamente non appena si superano i 7 km/h, come impongono le vigenti leggi sul traffico; sarà invece possibile vedere la televisione anche in viaggio tramite il supporto per i poggiatesta per rendere disponibile la visualizzazione ai passeggeri posteriori.

E’ possibile aggiornare il sistema scaricando i file relativi dall’appostita sezione download presente sul sito Vdo Dayton; tramite l’aggiornamento è stata recentemente inserita la possibilità di impostare un tragitto nel navigatore composto anche da tappe intermedie, funzionalità che all’origine non era presente.

Invece un difetto, secondo me piuttosto fastidioso e grave, è la generale lentezza del sistema. Lentezza del processore che fa si che a volte i comandi non rispondano come ci si aspetta, costringendo ad aspettare la schermata successiva per qualche secondo oppure lentezza nel ricalcolare il percorso nel caso in cui non si segua quello proposto perchè si sbaglia strada o perchè si trova una interuzione.
In città questa cosa è piuttosto negativa, visto che il nuovo percorso viene ricalcolato troppo lentamente e quindi ad esempio la nuova via da imboccare viene indicata quando ormai la si è già superata e così via per quelle successive… rischiando a volte che la situazione si normalizzi non così rapidamente se non dopo svariati secondi o appena ci si ferma un attimo ad esempio al semaforo.
Questo rapportato al mio precedente navigatore fisso, sempre VDO Dayton, che era nettamente più veloce, benchè molto più vecchio.

Insomma speriamo che presto esca un aggiornamento che ponga rimedio a questa lentezza, in modo tale da rendere perfetto questo navigatore che ha sicuramente le potenzialità per essere superiore agli standard attualmente disponibili sul mercato.

Technorati technorati tags: , , , , , , ,

Iscrizioni Inferno Mürren 2009
I pesci della Sardegna e la mangianza!

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »