Leggendo questo post su un argomento molto attuale ai giorni d’oggi, mi è sorta spontanea un’altra riflessione d’attualità… ma l’acqua è inesauribile?

Verrebbe da dire di no ma posso dimostrarvi il contrario!

Per preparare la mia sottotesi sono dovuto restare in Val Bondone, per un’estate a rilevare, “ospite” del pastore Carlo presso la Baita Cantarena (a m. 2071). Carlo mi raccontava che trascorreva pomeriggi interi, quando era in giro con le mucche, osservando lo scorrere inesorabile e per così dire infinito del torrente. Visto che era una vita che Carlo passava così le sue estati in Val Bondone, aveva formulato una curiosa teoria per spiegare da dove venisse tutta l’acqua che scendeva a valle. Secondo lui era impossibile che il piccolissimo ghiacciao fosse la fonte di tutta quell’acqua e quindi ecco la semplice spiegazione: l’acqua arrivava dal mare seguendo una serie di canali sotterranei, che la portavano fino in cima alle montagne. Arrivava sin lassù grazie alla pressione dell’acqua del mare e poi sgorgava e riscendeva fino al mare. L’eventuale acqua persa per evaporazione o per vari utilizzi veniva rimpiazzata dall’acqua che proveniva dalla pioggia…

Insomma ecco la spiegazione di come l’acqua rappresenti una fonte inesauribile!!!

Grazie Carlo per i tuoi racconti e per la tua ospitalità!

Tags: ,

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »