Lasciamo Wahweap Marina e Page alla volta della Monument Valley non prima di esserci ancora goduti lo spettacolo del Lago Powell e dei suoi canyon; non abbiamo molta strada da fare così ce la prendiamo con calma. Arrivati a Kayenta ci fermiamo a fare il pieno, mancano ca. 25 miglia; lungo la strada appaiono i cartelli di benvenuto nella Monument Valley e poco per volta il paesaggio cambia e tornano alla mente i paesaggi dei vecchi film Western, quelli con John Wayne. Gli ultimi chilometri della 163 sono un lungo rettilineo in leggera discesa che ci proietta nella famosissima Valley; siamo al confine tra Arizona e Utah, nella Navajo Nation!

Ci fermiamo per pagare l’entrata e invece di andare a fare check-in in hotel percorriamo immediatamente la strada di terra che scende verso la Monument Valley: spettacolare! Ecco apparire le famose butte e i paesaggi che hanno reso questo luogo uno dei simboli degli Stati Uniti. Come già successo per il Gran Canyon restiamo senza parole! Non percorriamo tutta la strada, lo faremo domani, ora ci aspetta la nostra camera al The View Hotel.

The View Hotel
È l’unico Hotel nella riserva, gestito dagli indiani, con solo camere affacciate sulla Monument Valley ed è perfettamente integrato nel paesaggio grazie anche ad una colorazione che lo mimetizza con le rocce circostanti. Il mio consiglio è quello di non risparmiare troppo sul prezzo della camera, direi di scegliere almeno una Premiem View, la vista sulla Valley al tramonto o all’alba non ti farà rimpiangere di aver pagato qualcosa in più. Adiacente all’Hotel si trova il classico negozio di souvenir, che oltre ai soliti oggetti made in China offre anche prodotti fatti dai Navajo, un piccolo museo sulla storia della Navajo Nation e un ristorante. Quest’ultimo serve piatti locali o hamburger con porzioni che dire abbondanti è dir poco, a prezzi comunque contenuti. Lo spazio a disposizione è limitato quindi prepararti ad attese anche piuttosto lunghe; prepara anche una maglia visto che la temperatura dell’aria condizionata è spesso adatta ai pinguini 😉

Tramonto e alba
Uno spettacolo difficile da descrivere. Dal balcone della camera ci godiamo il tramonto composto da ombre che si allungano e colori rossastri; ma è l’alba quella che ci rimarrà nel cuore. Puntiamo la sveglia alle 6:00, fuori è ancora buio; il tempo di preparare la macchina fotografica sul balcone e metterci una maglia (sì, fa abbastanza fresco) e si incomincia a intravedere un bagliore sullo sfondo. Nell’ombra scorgiamo anche le butte davanti a noi. Il cielo incomincia a colorarsi di rosso, la luce sale finché ecco che sullo sfondo spuntare il sole che fa capolino tra le forme della Monument Valley. Si sentono gli scatti delle macchine fotografiche di chi come noi si sta godendo lo spettacolo dalla camera. Il sole sale velocemente e noi pensiamo già al giorno dopo, per fortuna staremo qui ancora una notte e avremo la possibilità di risvegliarci con questo panorama! Dire stupendo è dire poco!

The Monument Valley Scenic Drive
17 miglia di strada sterrata che permette, tramite un giro circolare, di vedere una decina di punti della Monument Valley. Si va dalle classiche e iniziali The East and West Mitten Buttes, alle The Three Sisters, al classico e suggestivo John Ford’s Point al The Thumb: uno più bello dell’altro! La parte iniziale, quella che rapidamente scende sul fondovalle è un po’ sconnessa, altrimenti si tratta di una strada tranquillamente percorribile con qualsiasi mezzo. L’abbiamo percorsa sia al mattino sia nel tardo pomeriggio, quando la luce prima del tramonto regala colori incredibili. Prenditi tutto il tempo che ti serve, sono paesaggi da gustarsi senza fretta, metro per metro.

Verrebbe voglia di fermarsi un’altro giorno ma il tempo è tiranno, dobbiamo partire alla volta di Moab, l’Arches National Park ci attende!

La vista da qui 2

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data

Sunset at Three Sisters

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data

Buongiorno #monumentvalley #sunset #viewhotel

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data

Panorami di una certa bellezza

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data

John Wayne’s Point

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data

John Wayne vi saluta

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data

La vista da qui

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data

Monument Valley Tour
Monument Valley - Sunrise & Sunset

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »