Prima di lasciare Williams e il Grand Canyon decidiamo di fare un giro in città e goderci un po’ l’atmosfera della Route 66. Impossibile resistere ai negozi che vendono qualsiasi oggetto legato alla mitica Route! In particolare ce n’è uno in pieno centro in cui davvero trovi qualsiasi gadget legato alla Route 66; il proprietario è estremamente simpatico e in base alla spesa che sostieni ti fa girare una sua ruota della fortuna che ti permette di ottenere un regalo a seconda del numero uscito! Non possiamo non acquistare qualcosa 😉

Ci mettiamo quindi in viaggio in direzione Page, percorrendo un tratto della famosa Route 66. A circa 50 km da Flagstaff, dove dovremmo appunto deviare verso Page c’è Meteor Crater, il cratere meteorico meglio preservato al mondo. Decidiamo quindi di fare una deviazione per andare a vederlo. E’ decisamente imponente, 1.2 km di diametro e 170 m di profondità, dovuto ad un impatto avvenuto ca. 50’000 anni fa con un meteorite di ca. 30 m di diametro; perfettamente conservato con ancora ben visibili i bordi rialzati di ca. 45 rispetto il terreno antistante. E’ difficile immagine la potenza generata dall’impatto che dicono sia equivalente a 600 volte l’energia sviluppata dalla bomba di Hiroshima. Ci godiamo lo spettacolo e poi, dopo aver visto il filmato all’interno del Visitor Center con le spiegazioni su come sia avvenuto l’impatto, ci rimettiamo in viaggio prima lungo la 180 e poi sulla 89 direzione nord.

Lungo il tragitto decidiamo di fare un’altra deviazione, arrivati all’altezza della 64 ovvero prendiamo la Desert View Drive che percorriamo fino all’entrata Est del Grand Canyon, superata la quale ci fermiamo al Desert View Watchtower per ammirare il Grand Canyon e scattare qualche foto con il sole. Ieri infatti il tempo è stato molto nuvoloso, ma oggi il cielo sereno e la luce del tramonto ci regala una vista e dei colori sul Grand Canyon emozionanti. Non ci siamo pentiti della deviazione 😉

Riprendiamo il viaggio verso Page, prima sulla 89 che poi lasciamo per la 89T (un tempo Navajo Route 20) che permette di bypassare l’interruzione della 89 in seguito ad una slavina che nel 2013 ha distrutto la strada. Nel frattempo il sole è tramontato e in lontananza vediamo i bagliori dei fulmini di un forte temporale che attraversiamo una mezz’ora più tardi. Finalmente raggiungiamo Page ormai al buio; abbiamo una camera prenotata al Lake Powell Resort a Wahweap Marina, che in realtà non è segnato sul Tom Tom che ci guida ma ci basta seguire l’89 in direzione Kanab per trovare le indicazioni per il Resort subito dopo la diga.

Facciamo check-in, cena a Page e siamo pronti per andare a dormire. Domani ci aspetta la visita all’Antilope Canyon e al Lago Powell!

Selfie Crater

A photo posted by Andrea Perotti (@andreaperotti) on

Desert View

A photo posted by Andrea Perotti (@andreaperotti) on

USA

A photo posted by Andrea Perotti (@andreaperotti) on

Route 66 - Williams, Arizona
Williams & Grand Canyon South Rim - 8 ottobre 2014

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »