Se lavori per una ditta Svizzera o se hai parenti o amici residenti in Svizzera ti sarai sicuramente fatto questa domanda:

posso, come residente in Italia, guidare in Italia con patente italiana un’auto con targa Svizzera?

Recentemente l’Agenzia delle Dogane Italiane e l’Amministrazione Federale delle Dogane Svizzere AFD hanno rilasciato un comunicato stampa per chiarire questo punto.

La risposta generale è: NO

Vi sono però alcune deroghe, ossia:

  • Uso a titolo occasionale e di emergenza
  • Mezzo di trasporto in locazione
  • Utilizzo sistematico per motivi di lavoro di autoveicoli e altri mezzi di trasporto immatricolati all’estero

Quindi, come citato nel comunicato stampa, l’utilizzo senza l’autorizzazione doganale, da parte di un residente in Italia di un’auto immatricolata in paesi terzi, comporta la denuncia per contrabbando sin dall’atto di ingresso nel territorio UE, ai sensi dell’art. 216 del T.U.L.D. (D.P.R. 23 gennaio 1973, n. 43), l’applicazione di una sanzione da due a dieci volte i diritti doganali gravanti sul valore del mezzo di trasporto (dazio e IVA) e la confisca del mezzo stesso.

Stesso divieto se ribaltiamo la situazione ovvero persone domiciliate in Svizzera non possono guidare in Svizzera auto immatricolate in uno stato estero.

Per i dettagli delle normative Italiane e Svizzere riporto qui sotto il comunicato stampa dell’Agenzia delle Dogane Italiane e dell’Amministrazione Federale delle Dogane Svizzere AFD

Questo il link al documento che riporta la normativa.

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »