Dopo l’ultima sera a Las Vegas siamo pronti per tornare alla realtà; l’aereo partirà alle 21:20 così abbiamo chiesto un late check-out per la nostra corner suite ad Vdara, in modo tale da poterla tenere fino a metà pomeriggio.

Alle 10:00 siamo pronti per fare l’ultimo giro tra i negozi e i casinò della Strip, fa ancora parecchio caldo con la temperatura che si aggira intorno ai 30°. Ci lasciamo sorprendere dalla grandezza e dei centri commerciali e dei casinò, che all’interno offrono zone in cui a intervalli regolari viene simulato un temporale oppure la ricostruzione della fontana di Trevi e così via, all’insegna del di più! Le ore passano in fretta, torniamo in camera sistemiamo le ultime cose nelle valigie, scendiamo, ci facciamo riportare la macchina e ci dirigiamo verso la zona in cui dopo 11 giorni riconsegneremo alla Hertz la Chevrolet Traverse LT che ci ha accompagnato per quasi 4’000 km. Prendiamo la navetta per l’aeroporto e superati i rigidi controlli ci prepariamo per l’imbarco.

Il 747 della British Airways parte puntuale, sorvolando Las Vegas e le sue luci e attrazioni; il volo di ritorno è meno pesante di quello dell’andata, volando di notte abbiamo quasi sempre dormito.

Ci ritroviamo quindi il giorno dopo a Heathrow dove, come già successo all’andata, perdiamo più di un’ora ai controlli. Vaghiamo per l’aeroporto in attesa del volo per Milano Malpensa e una volta imbarcati ci accorgiamo che le vacanze sono finite e stiamo per avvicinarci all’Italia quando un gruppetto di simpatici passeggeri italiani si domandano tra loro, gridando in modo immotivato, su chi sarà presente al prossimo loro viaggio a Montecarlo. Quando si rendono conto che tutti gli altri passeggeri a bordo sono al corrente della cosa allora felici si sentono realizzati. Possiamo decollare. 😉

Arrivati a Malpensa usciamo e prendiamo la strada per Lugano: improvvisamente tutto sembra diventato più piccolo, l’auto, le strade, gli spazi, i panorami: le vacanze americane sono terminate!

Un bel bagno prima di partire #lasvegas #Vdara

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data:

Boarding Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data:

Il sopravvissuto

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data:

Police

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data:

Informatics, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti

Translate »