Aggiornamento del 15.09.2021

  • La Svizzera non ha ancora recepito il regolamento UE in materia di droni.
  • Il Consiglio federale è attualmente in contatto con l’UE in merito all’attuazione della mozione 20.3916 che lo incarica di «recepire il regolamento di esecuzione (UE) 2019/947 in modo che l’aeromodellismo tradizionale ne sia escluso e continui a sottostare al diritto nazionale».
  • Non può essere ancora comunicato un calendario preciso delle prossime tappe
  • Fino a nuove disposizioni, in Svizzera rimane vigente il diritto nazionale. Il sito Internet relativo alla regolamentazione UE in materia di droni rimane attivo a scopo informativo.
  • La situazione riguardante le formalità di registrazione, la formazione e gli esami per telepiloti svizzeri è spiegata nelle FAQ (capitolo IX Mozione 20.3916 e regolamento EU in Svizzera)

Nel frattempo UFAC ha attivato la piattaforma UAS.gate che, quando e se la Svizzera aderirà al nuovo regolamento Europeo, permetterà di registrarsi e ottenere la certificazione EASA A1/A3 e A2; maggiori info cliccando qui.

Per quanto riguarda la normativa EASA Europea per i droni e cosa fare per per essere in regola, ne ho parlato nei dettagli qui. Puoi anche visualizzare le FAQ ufficiali EASA cliccando qui

Se invece vuoi seguire uno dei migliori corsi online per la certificazione A1/A3 e ottenere l’attestato gratuitamente, qui spiego come fare.

Questo significa che le regole per pilotare droni in Svizzera restano invariate, le ho riassunte qui sotto, mentre uno Svizzero che si reca in un paese Europeo non può far volare il proprio drone (a meno che si tratti di un drone di peso inferiore a 250 gr. senza videocamera) se non si registra come operatore e consegue almeno il patentino A1/A3 per la Open Category.

Resta il fatto che la registrazione come operatore andrebbe fatta nel sito preposto dallo stato in cui si risiede e la Svizzera non solo attualmente non ne ha uno ma fino a quando non aderirà al nuovo regolamento EASA non verrà riconosciuta.

Quindi si deve ricorrere ad iscriversi ad un portale di un altro stato, ad esempio D-Flight in Italia.

Per quanto riguarda la normativa EASA Europea per i droni e cosa fare per per essere in regola, ne ho parlato nei dettagli qui.

Se invece vuoi seguire uno dei migliori corsi online per la certificazione A1/A3 e ottenere l’attestato gratuitamente, qui spiego come fare.

Normativa Svizzera

In Svizzera l’Ufficio federale dell’aviazione civile UFAC, ha stabilito le seguenti regole d’esercizio per droni e aeromodelli:

Droni e aeromodelli con peso superiore a 30 kg
È richiesta un’autorizzazione da parte dell’UFAC. L’Ufficio fissa in ogni singolo caso le condizioni di ammissione e di utilizzazione.

Droni e aeromodelli con peso inferiore a 30 kg
Le regole sono contenute nell’ordinanza del DATEC sulle categorie speciali di aeromobili e possono essere così riassunte

  • L’utilizzo di droni e aeromodelli è consentito senza autorizzazione a condizione che il “pilota” mantenga costantemente un contatto visivo con l’apparecchio.
  • L’impiego di tecnologie accessorie che ampliano il naturale campo visivo, come binocoli o video occhiali, necessita l’autorizzazione dell’UFAC.
  • All’interno del campo visivo del “pilota” l’utilizzo di video occhiali e simili è consentito a condizione che un secondo “operatore” sorvegli le operazioni di volo e in caso di necessità possa intervenire in qualsiasi momento alla guida dell’apparecchio. L’operatore e il pilota devono trovarsi nello stesso luogo.
  • Il volo automatizzato (esercizio autonomo) all’interno del campo visivo del “pilota” è concesso a condizione che quest’ultimo possa intervenire in qualsiasi momento alla guida dell’apparecchio.
  • Le videoriprese aeree sono autorizzate in osservanza delle prescrizioni vigenti a protezione delle opere militari. Tale tutela si estende inoltre al rispetto della sfera privata, nonché a quanto prescritto dalla legge sulla protezione dei dati.
  • Al di sopra di assembramenti di persone e in un raggio di 100 metri attorno a tali assembramenti per principio non possono essere esercitati droni (ulteriori informazioni e procedura di autorizzazione).
  • Chi utilizza un drone o un aeromodello di peso superiore o uguale a 500 grammi deve avere una copertura assicurativa pari ad almeno un milione di franchi.
  • In prossimità di un aerodromo vigono restrizioni di volo per droni e aeromodelli. È proibito ad esempio l’utilizzo di tali apparecchi volanti a una distanza inferiore a 5 km dalle piste di un aerodromo.
  • È proibito utilizzare droni e aeromodelli nelle zone di controllo (CTR), ad un’altezza superiore a 150 m sopra il suolo.
  • È  proibito utilizzare droni e aeromodelli nelle riserve naturali.
  • Cantoni e Comuni possono emanare ulteriori restrizioni per l’utilizzo di aeromobili senza occupanti.
  • Le manifestazioni aeree pubbliche durante le quali vengono esclusivamente impiegati aeromodelli o droni anche in futuro non saranno soggette all’autorizzazione del DATEC.

Per individuare le zone vietate può essere d’aiuto la Mappa Ufficiale Svizzera delle restrizioni per droni; in viola le zone vietate nelle vicinanze degli aeroporti; in blu le CTR entro le quali non si può superare la quota di 150 m, in giallo le zone vietate nelle riserve naturali.

Maggiori e dettagliate informazioni sono reperibili presso il Portale UFAC

Buoni voli 😉

 

 

 

Scaling #drone #drones #dronelife #bladechroma #dronephoto #minidrones #horizonhobby #bladechromadrone

 

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data:

 

 

 

Voli al tramonto #sunset #bladechroma #chroma #horizonhobby #blade #quadcopter #drone

Una foto pubblicata da Andrea Perotti (@andreaperotti) in data:

Contare in Excel 2010 celle colorate che contengono uno specifico testo rispettando le maiuscole o minuscole
Parsenn Derby Davos 2015 - Il cronometraggio
Translate »